martedì 16 settembre 2014

Mini recensione "Il segno dei quattro" di Arthur Conan Doyle

Buon martedì! Oggi vi propongo la recensione di un libro letto ad agosto (già, con molto ritardo!!! ^^"). A chi di voi piace Sherlock Holmes??? :)


Titolo: Il segno dei quattro
Autore: Arthur Conan Doyle
Pagine: 128
Anno di pubblicazione: 2014 (1890)
Editore: Newton Compton
ISBN: 9788854169845
Prezzo di copertina: € 1,90


Trama: Sherlock Holmes sta attraversando uno dei suoi frequenti momenti di depressione. La mancanza di azione e di stimoli intellettivi spingono 'investigatore inglese ad assumere cocaina. Fino a quando non bussa alla sua porta una signorina dall'aspetto piacente, tale Mary Morstan. Il padre della ragazza, ufficiale dell'esercito britannico, è scomparso appena tornato dall'India e a lei, da svariati mesi, vengono consegnate perle preziosissime da un anonimo benefattore. Ma c'è dell'altro. Cosa sono quelle strane lettere che le vengono recapitate? E chi si cela dietro la misteriosa firma "II segno dei quattro"? Ecco alcuni degli ingredienti della seconda avventura di Sherlock Holmes, tra le nebbie di Londra e i gioielli del Rajah, tra modernità e riti arcaici.
 Voto:



Questo racconto si apre con uno Sherlock Holmes alquanto annoiato e che vive uno dei suoi momenti di inattività che lui tanto detesta, con un Watson che cerca in tutti i modi di risollevarlo, finché, finalmente, non si presenta la signorina Morstan con un caso da risolvere. 

Essendo il secondo racconto di Sherlock Holmes che leggo (Pila li ha letti tutti!!! *-*), faccio un paragone con la mia precedente lettura, Uno studio in rosso, che, lo confesso, mi aveva coinvolta e appassionata di più di questo caso e il bello è che non ricordo più perché non avevo scritto una recensione (ecco a cosa servono!!! xD).
In sostanza in quest'avventura Holmes spiega la differenza fra deduzione e osservazione al mite Watson, ma nel corso dell'indagine cambierà metodo di investigazione perché constata che i suoi normali metodi non bastano a sbrogliare la matassa questa volta.
Come al solito, però, trovo affascinante e incredibile la genialità di Arthur Conan Doyle che doveva avere un genio di non poco conto e vi consiglio, naturalmente, la lettura.


La locandina del primo film
Se il giallo pensate che non faccia per voi... vi consiglio di vedere i film che sono stati recentemente girati su Sherlock Holmes, con protagonisti il bellissimo (io e Pila ne siamo cotte! xD) Robert Downey Jr. nei panni del mitico investigatore e (tanto per non farci mancare nulla) Jude Law nei panni del Dott. Watson. E vi giuro che i film, oltre ad essere belli e interessantissimi, sono veramente tanto divertenti!!! :D A riprova di ciò vi lascio il trailer del secondo film (la parte quando Holmes si traveste è impagabile!!! xD):


4 commenti:

  1. Adoro Sherlock Holmes! Qualsiasi libro, film e serie tv che riguarda il personaggio nato dalla penna di Arthur Conan Doyle mi affascina! La mia tesina di maturità era su di lui :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente ci hai scritto la tesina??? Wow!!! *-*

      Elimina
  2. I film con Robert e Jude sono bellissimi, e loro due pure!!*___*
    Letto anche io (ho preso il mammuttone della newton) però volevo avvisarti che il titolo è "il segno dei quattro" e non "del quattro" >__< Non voglio fare la bacchettona eh, è solo che sono rimasta un attimo perplessa!XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alexis, hai perfettamente ragione!!! Ma quale bacchettona, figurati!!! Non ci avevo fatto proprio caso all'errore! xD Grazie per avermelo fatto notare! ^^
      Sì, verissimo: quei due insieme sono una visione! *-* Anche se io preferisco Robert! :D
      Il mammuttone è bellissimo, lo voglio anch'io! *______*

      Elimina