venerdì 6 marzo 2015

Recensione "Non mi piaci ma ti amo" di Cecile Bertod

Buongiorno, lettori cari!!! Dopo aver letto questo libro mi sento piena di buon umore. D'altronde la cover è carinissima, ma credetemi quando vi dico che l'interno è ancora più interessante! :D Se avete voglia di un bel romanzo allegro e romantico, Non mi piaci ma ti amo fa proprio per voi! Vi lascio alla recensione! ^.^

Titolo: Non mi piaci ma ti amo
Autore: Cecile Bertod
Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2015
Editore: Newton & Compton
ISBN: 9788854172517
Prezzo di copertina: 9,90 €

Trama: Thomas e Sandy: lui nobile, ricchissimo, lei di una comune famiglia londinese. I genitori di Sandy sono molto amici del nonno di Thomas, per questo trascorrono sempre le vacanze estive a Canterbury, in una favolosa residenza, ma Sandy odia andarci, perché detesta Thomas. I due si perdono di vista finché… un giorno il nonno di Thomas muore, il suo testamento viene aperto, così il ragazzo si trova di fronte a un annuncio sconvolgente: il nonno gli lascia tutto, ma a patto che lui metta la testa a posto e si sposi. E con chi? Con la ragazza che secondo il nonno fa per lui, proprio quella Sandy Price che non vede da almeno dieci anni. Nel testamento il ricco signore ha previsto tutto nei minimi dettagli. Chi dei due rifiuterà, perderà l’eredità. E se nessuno dei due accetterà, l’intero patrimonio andrà in beneficenza. Sandy si trova in una strana situazione: è disoccupata e sta per comprare un bistrot da ristrutturare con le sue amiche. Ma la banca all’ultimo momento non le concede il finanziamento. Perciò, di fronte all’ipotesi di avere i soldi necessari al suo progetto, accetta la proposta di Thomas. Viene celebrato un finto fidanzamento per aggirare le rigide regole fissate dal nonno, finché qualcosa di inatteso sembra accadere tra i due. Ma l’happy ending è lontano, perché quando il sogno del nonno sta per essere coronato, ecco che sul più bello, proprio in una chiesa, scoppia il putiferio. E non sarà facile, per Thomas, riacciuffare il perduto amore…

 Voto:



Ok, piccola premessa: non ho idea del perché questa recensione sia venuta così lunga, veramente, chiedo venia. Si vede che il libro mi ha presa tanto! E in positivo per fortuna! *_* Cominciamo!

Se siete come me alla ricerca di un romanzo coinvolgente, leggero e romantico che vi faccia sognare un po' con Non mi piaci ma ti amo di Cecile Bertod andrete sul sicuro.


Quella che ci viene raccontata è la storia di Sandy, ragazza di origini irlandesi che, nonostante una laurea e un master, non riesce ad arrivare a fine mese, costretta a barcamenarsi fra mille colloqui e lavoretti saltuari per sbarcare il lunario, finché non ha l'idea di aprire un bistrot con delle amiche per cercare di crearsi un lavoro, visto che non gliene offrono. 
Nel frattempo viene aperto il testamento di un milionario che lascia tutto al nipote Thomas, che già da anni segue gli affari di famiglia, ma il nonno gli dà una condizione per entrare in possesso dei suoi beni: convivere 6 mesi e poi sposarsi per almeno 10 anni, pena la perdita di tutto il patrimonio. Ma il nonno ha già pensato anche con chi dovrà sposarsi Thomas: Sandy. 
Sandy e Thomas, infatti, hanno vissuto molte estati insieme nella villa di Garden House sin da bambini fino all'adolescenza e Sandy non lo sopporta da sempre. Da lì iniziano le vicende del romanzo.

Ho trovato la scrittura di Cecile scorrevole e pulita, tanto da leggere il libro (che comunque conta soltanto 288 pagine) in meno di 24 ore, tanto si legge in fretta e con piacere (e direi anche con molto trasporto!).
Ho adorato i personaggi: sia Sandy che Thomas mi sono stati simpatici sin da subito. Lei è una ragazza come tante, con la passione per il cibo, la goffaggine, la sfortuna negli incontri al buio, insomma una normalissima ragazza. Thomas è invece il mix perfetto di uomo perfetto/gentiluomo che tutte noi sogniamo ma al contempo anche bastardo quanto basta, tanto per non allontanarci troppo dalla realtà! Da non dimenticare poi che: lei ama i cani, lui i gatti. Lei il metal, lui la musica classica. Come dice Sandy due mondi a parte!

I siparietti comici sono tantissimi, durando per tutto il romanzo e c'è da sbellicarsi dalle risate! Certe volte ho trovato i dialoghi fin troppo finti per essere realmente spontanei, ciò non toglie che il suo umorismo mi piace moltissimo, veramente una verve presente per l'intero libro che non infastidisce mai!
Quello che mi dispiace è che i personaggi secondari -come gli amici di Sandy, fra cui Rufus- siano stati troppo sacrificati e messi da parte, ma capisco anche che il libro non avesse un migliaio di pagine per rendere giustizia a tutti!
Purtroppo devo segnalare che verso la fine dell'ebook c'è un errore: i capitoli infatti passano dal 31 al 33 e ritornano poi al 32, cosa che mi ha rovinato il finale non facendomi capire più nulla! È un errore della Newton che, da quanto ho letto in giro, hanno già provveduto a correggere, quindi se avete intenzione di leggerlo e avete il vecchio ebook, ricordatevene!!!


Cecile Bertod è lo pseudonimo sotto il quale scrive una giovane ragazza tutta italiana, che si è fatta conoscere grazie al self pubblishing. Questo romanzo, infatti, era stato inizialmente pubblicato con il titolo Wife with Benefit, che la N&C ha deciso di pubblicare e che è uscita in formato cartaceo lo scorso 26 febbraio (che non ho potuto fare a meno di acquistare immediatamente!), mentre l'ebook è già disponibile su varie piattaforme da qualche tempo. 
Personalmente penso che terrò d'occhio  questa scrittrice (moderatamente, non sono una stalker, giuro!!!) e visto che questo non è il suo unico romanzo reperibile farò un pensierino anche a tutti gli altri suoi libri! 
Vi lascio il sito web dell'autrice, dove potete trovare molte chicche interessanti e la lista dei suoi libri finora pubblicati

In definitiva, vi consiglio questo libro se avete voglia di qualcosa di frizzante, allegro e fresco che vi faccia sognare un po' ad occhi aperti, farvi fare quattro risate e alleggerirvi per qualche ora la testa dallo stress quotidiano! ;)


11 commenti:

  1. Mi hai davvero incuriosito, penso proprio che lo leggerò a breve :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande, Firefly!!! :))) Poi fammi sapere come l'hai trovato! ^^

      Elimina
  2. Recensione esaustiva e niente affatto troppo lunga Ila! ^^ Me lo segno per quando ho voglia di una lettura carina e leggera! Anche se in verità preferivo il titolo originale, mi suona migliore, ma vabbè gusti personali, l'importante è il contenuto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, grazie mille!!! :') Sì, segnatelo perché è veramente tanto tanto carino! Anch'io preferivo il titolo originale, ma pazienza! ;)

      Elimina
  3. Ammetto che, in realtà, non mi ispirava per niente, ma la tua recensione mi ha incuriosita e mi ha fatto cambiare idea... credo che ci farò un pensierino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, bene! :D Sono riuscita nel mio intento, siii!!!

      Elimina
  4. Posso ringraziare?
    Be'... Grazie <3

    RispondiElimina
  5. Non sembra per niente male, magari ci farò un pensierino! :)

    RispondiElimina