giovedì 24 settembre 2015

Recensione "Outlander - La straniera" di Diana Gabaldon

Buon inizio di pomeriggio! :) Sono mooolto indietro con le recensioni, per cui ho deciso di pubblicarne anche oggi un'altra. Recensione che purtroppo non è molto ispirata, anche perché il paragone con la serie tv è stato alla fine inevitabile, quindi vi chiedo scusa ma... prendetela così com'è venuta! >.<

Titolo: Outlander - La straniera
Serie: Outlander #1
Autore: Diana Gabaldon
Traduttore: Valeria Galassi
Pagine: 838
Anno di pubblicazione: 2015 (1991)
Editore: Corbaccio
ISBN: 9788863809466
Prezzo: 16,60 €

Trama: L'anno è il 1945. Claire Randall, un'infermiera militare, si riunisce al marito alla fine della guerra in una sorta di seconda luna di miele nelle Highlands scozzesi. Durante una passeggiata, la giovane donna attraversa uno dei cerchi di pietre antiche che si trovano da quelle parti. All'improvviso si trova proiettata indietro nel tempo, di colpo straniera in una Scozia dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra i clan... nell'anno del Signore 1743. Catapultata nel passato da forze che non capisce, Claire viene coinvolta in intrighi e pericoli che mettono a rischio la sua stessa vita e il suo cuore. L'incontro con il giovane e affascinante cavaliere scozzese James Fraser la costringe a una scelta radicale tra due uomini e due vite, in epoche così diverse tra loro.
Voto:


Dovete sapere che il mio rapporto con i libri della Gabaldon è di odio/amore. 
In effetti i presupposti perché la serie mi piaccia ci sono tutti: amore, passione, avventura, ambientazioni storiche, viaggi nel tempo, elementi fantasy. 

Purtroppo quello che mi ha sempre frenato leggendo questa saga è la poca empatia che provo per i personaggi: sia chiaro, la Gabaldon è una bravissima scrittrice che sa il fatto suo in termini di scrittura, usi e costumi dell'epoca e si è data chiaramente un grande da fare affinché tutto quello che inserisse nel romanzo (mi viene da pensare alle armi o alle nozioni di botanica e medicina) fosse quanto di più veritiero possibile. 
E non ho dato 4 stelline su 5 per nulla, ma ogni volta che leggo i suoi romanzi trovo che ci sia scarsa vicinanza con Jamie e Claire, per non palare dei personaggi secondari. Pur essendo una bravissima narratrice, personalmente ritengo che pecchi nell'avvicinare il lettore ai personaggi, ma badate bene è solo una mia impressione.


E questo mi porta a fare dei paragoni con la serie tv, che ho amato. Prima di tutto gli attori sono stati fantastici e sprizzano complicità da tutti i pori, riuscendo a portare sullo schermo una coppia come quella di Claire e Jamie in maniera molto naturale e spontanea: sì, per loro non sarà stato affatto facile girare certe scene con decine di gente attorno, ma il risultato comunque è fantastico e questo testimonia perché il pubblico apprezzi molto questo show.

Ritornando ai libri, quando anni fa quando lessi per la prima volta questo romanzo avevo iniziato anche il secondo che avevo abbandonato dopo poco tempo a causa della noia che mi aveva provocato la politica alla corte francese, per cui penso che da ora in poi grazie a questa rilettura che ha confermato le mie prime impressioni, ringrazio di cuore la Gabaldon per aver scritto questa bella saga, ma mi accontenterò di seguire la serie tv piuttosto che leggere i libri. 
Giusto per non farmi mancare nulla e farmi odiare dai fans della serie. xD

9 commenti:

  1. Io ho iniziato "La straniera" solo dopo aver visto tutta la prima serie tv, quindi sto praticamente barando....Comunque mi trovi d'accordo, la Gabaldon è un'ottima scrittrice, ma chissà come nemmeno io riesco ad affezionarmi ai personaggi, ma non posso dirlo al 100% visto che sono solo a metà libro, magari le cose cambieranno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, magari dopo un po' ti troverai più coinvolta... fammi sapere se puoi come l'hai trovato alla fine! ^^

      Elimina
  2. Io sono certa di essere odiata da i fans della serie perché ho abbandonato La straniera dopo 250 pagine: i personaggi non mi hanno conquistata e la parte romance non fa proprio per me. E non contenta ho abbandonato anche la serie tv!
    A parte gli scherzi, ero molto curiosa di leggere questo libro, ma evidentemente non è una lettura adatta a me e mi aspettavo qualcosa di diverso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente se nemmeno la serie non ti ha affascinata allora mi sa che sul serio non sono adatti a te. Però comunque brava per aver tentato!!! ;)

      Elimina
  3. Beh, dai, tranquilla, non ti lincerà nessuno (almeno spero xD). A me invece era molto piaciuto, e sinceramente questo poco avvicinare il lettore ai personaggi non l'ho sentito. Invece anche io ho abbandonato il secondo per noia. Si, esatto, il cambio di ambientazione che va dalla Scozia alla corte francese poco mi ha convinta U.U Comunque conto di riprenderlo prima di vedere la seconda stagione, anche perchè la prima parte, quella vent'anni dopo è intrigante al cubo, cioè cosa sarà successo e perchèèèè?? ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah ti dirò che la parte "vent'anni dopo" mi ha alquanto confusa e messa di malumore... mi è sembrato quasi una sorta di spoiler e io ODIO gli spoiler XD. POi concordo che probabilmente il cambio dalla Scozia alla corte francese sia stato il colpo di grazia! :)

      Elimina
  4. Non l'ho ancora letto, ma prima o poi lo farò. Forse inizierò la serie tv e mi lascerò convincere da quella, chissà..
    Però, così a pelle, non so quanto possa piacermi. Non credo sia esattamente il mio genere, ma mai dire mai :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. p.s.: non avevo ancora visto questa grafica. La adoro, è carinissima *__*

      Elimina
    2. Se non hai voglia di affrontare un bel mattoncino allora ti consiglio la serie tv e solo dopo averla vista di decidere se leggere anche i libri! ;) Grazie mille Giada... pensare che sto pensando di cambiarla con una nuova autunnale anche se non ne ho voglia! T_T

      Elimina