giovedì 28 agosto 2014

Recensione "Finché le stelle saranno in cielo" di Kristin Harmel

Buongiorno!!!! ^^
Come state???Qui è tornato il sole dopo due giorni veramente autunnali!!!Oggi vi lascio la recensione di un libro che mi è piaciuto moltissimo....mi raccomando, fatemi sapere se l'avete letto e se, come me, vi è piaciuto! ^^
Titolo: Finché le stelle saranno in cielo
Autore: Kristin Harmel
Pagine: 364
Anno di pubblicazione: 2013
Editore: Garzanti
ISBN: 978-8811682707
Prezzo di copertina: € 9.90

Trama: Da sempre Rose, nell'attimo che precede la sera, alza lo sguardo a cercare la prima stella del crepuscolo. È quella stella, anche ora che la sua memoria sta svanendo, a permetterle di ricordare chi è e da dove viene. La riporta alle sue vere radici, ai suoi diciassette anni, in una pasticceria sulla rive della Senna. Il suo è un passato che nessuno conosce, nemmeno l'amatissima nipote Hope. Ma adesso per Rose, prima che sia troppo tardi, è venuto il tempo di dar voce a un ultimo desiderio: ritrovare la sua vera famiglia, a Parigi. E, dopo settanta lunghi anni, di mantenere una promessa. Rose affida questo compito alla giovane Hope, che non ha nulla in mano se non un elenco di nomi e una ricetta: quella dei dolci dal sapore unico e inconfondibile che da anni prepara nella pasticceria che ha ereditato da Rose a Cape Cod. Ma prima di affidarle la sua memoria e la sua promessa, Rose lascia a Hope qualcosa di inatteso confessandole le proprie origini: non è cattolica, come credeva la nipote, ma ebrea. Ed è sopravvissuta all'Olocausto. Hope è sconvolta ma determinata: conosceva l'Olocausto solo attraverso i libri, e mai avrebbe pensato che sua nonna fosse una delle vittime scampate all'eccidio. Per questo, per dare un senso anche al proprio passato, Hope parte per Parigi. Perché è nei vicoli tra Place des Vosges, la sinagoga e la moschea che è nata la promessa di Rose, una promessa che avrà vita finché le stelle saranno in cielo.
 Voto:
Questo è il primo libro proveniente da Bookmooch che abbia letto, e l'ho scelto proprio perchè non ero sicura che mi piacesse, e invece l'ho adorato! *-*

Ne sono stata catturata sin dalla prima pagina, noi lettori lo capiamo subito quando abbiamo trovato il libro giusto vero?! E' uno di quei libri leggeri che volano via in poche ore, lo stile fluido aiuta la lettura che scorre meravigliosamente , ma non è nemmeno il classico libro estivo da leggere sotto l'ombrellone perchè la storia raccontata è importante come il messaggio che trasmette.

Protagoniste assolute tre donne di tre generazioni diverse:
Rose è la nonna malata di Alzheimer, a cui entrambe le nipoti sono molto legate, che si sta accorgendo della sua malattia e sfrutta gli ultimi momenti di lucidità per fare una richiesta a Hope.
Hope è la nipote di Rose, una donna che vive un momento particolare della propria vita: il divorzio con il marito, i debiti che la sommergono e che rischiano di compromettere l' azienda famigliare e infine il rapporto complicato con la figlia.
Annie, infine, è la figlia di Hope e pronipote di Rose, sta affrontanto anche lei un periodo molto difficile: colpita dal divorzio dei genitori, si sente insicura e non abbastanza amata dal padre, che si è trovato una nuova e giovane fiamma che a quanto pare vuole monopolizzare la sua vita, di conseguenza si sfoga con la madre con cui ha un rapporto di amore/odio.
Sono tre donne (va beh Annie non ancora) legate da un affetto indissolubile dovuto anche alla storia particolare che le ha colpite: è soprattutto la vicenda di Rose che ci viene raccontata e che, con il senno di poi, accomuna tutte perchè, in realtà, la nonna non è quello che per una vita tutti hanno creduto ma è ebrea, francese ed è fuggita dal suo paese natio per scampare ai rastrellamenti tedeschi, ma soprattutto è una donna che ha scelto di abbandonare l'intera famiglia con la speranza di poterne crescere una nuova.

La storia di Rose è toccante, emozionante e, proprio per l'argomento trattato, ha una sapore vero e terreno: è la storia di cosa è successo alla sua famiglia e all'amore della sua vita negli anni della guerra, chi è sopravvissuto e chi non ce l'ha fatta?
E' una storia ricca di sentimenti: il senso di colpa che ha attanagliato l'intera vita di Rose, i rimorsi e i rimpianti per aver pronunciato quelle ultime e fatali parole, l'amore che l'ha travolta da giovane e quell'amore "riparatorio" provato più tardi, il dolore provato nel corso di vari momenti, la sensazione di ineguatezza, la consapevolezza di non poter dare di più e il dolore provato in vari momenti della vita.
Tutto ciò che succederà alla sua famiglia sarà frutto delle sue scelte.

Il libro è favoloso: storia e finzione si mescolano creando una perfetta sintonia, con quella piccola dose di romanticismo che fa addolcire un po' anche me, non può assolutamente mancare nelle librerie degli appassionati del genere.
Per quello che mi riguarda, non posso che consigliarlo a tutti.

 

13 commenti:

  1. ciao
    ho preso questo libro tanto tempo fa, è tra i libri da leggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fallo!!!E poi torna a dirmi come è andata, mi raccomando!!! ^^

      Elimina
  2. Questo libro mi attira tantissimo, sto cercando di procurarmelo! titolo e cover hanno catturato la mia attenzione, ma sto leggendo delle recensioni bellissime, compresa la tua *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leda! ^^
      Io non posso che consigliartelo perchè davvero mi è piaciuto moltissimo!!

      Elimina
  3. Come aggiornare la propria Wish List ! :D Grande !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah ammetto di essere contenta per aver contribuito alla crescita della tua WL!!! ^^

      Elimina
  4. Mi ispira molto!Ora lo metto nella mia wishlist! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste WL non fanno che aumentare!!! XD

      Elimina
  5. Quando storia e finzione si mescolano è vero, escono fuori storie meravigliose *--* Credo di averlo già messo in wishlist e questa recensione non mi farà certamente cambiare idea ^^

    RispondiElimina