lunedì 17 novembre 2014

Mini recensione "Cose che avrei preferito non dire" di Cecelia Ahern

Buongiorno a tutti! Dopo secoli e secoli (ho letto questo romanzo quest'estate... argh!!!), finalmente pubblico questa recensione! Dovete sapere che l'ho scritta ben 2 volte, perché la prima è scomparsa per magia fra le spire di blogger!!! ç_ç Quindi, dovendo rimettere mano alla seconda "versione", mi è uscita fuori una mezza schifezza una mini recensione! Spero comunque che vi possa interessare e stuzzicare alla lettura di questo spassosissimo romanzo! :)
Titolo: Cose che avrei preferito non dire
Autore: Cecelia Ahern
Traduttore: Ilaria Katerinov
Pagine: 377
Anno di pubblicazione: 2013
Editore: Bur
ISBN: 9788817064828
Prezzo di copertina: € 10,50

Trama: La vita di Lucy Silchester è perfetta: amore, carriera, soldi. Ok, fermi tutti, forse le cose non stanno esattamente così... Perché Lucy, quasi trent'anni e una istintiva avversione nei confronti della verità, ha fatto delle piccole, grandi bugie che ogni giorno inventa per se stessa e per gli altri uno scudo per proteggersi dalla realtà. Una realtà che, al momento, consiste in un lavoro più adatto a uno zombie che a un essere umano; un monolocale con la moquette così sporca da consentire di scriverci sopra senza rimorsi; un gatto ermafrodita e incontinente e un ex fidanzato perfetto che, piantandola, l'ha condannata al rimpianto e all'autocommiserazione. Fino al giorno in cui trova uno strano biglietto ad attenderla sulla soglia di casa. È l'invito a presentarsi a un colloquio esplorativo con un fantomatico quanto insistente personaggio che si fa chiamare Vita. Ad attenderla, in uno squallido ufficio che puzza di umido e di deodorante da quattro soldi, Lucy trova un uomo di mezza età malvestito e dall'aria stravolta. Che dimostra di conoscerla meglio di chiunque altro e si offre di aiutarla a essere finalmente se stessa. Chi è veramente quel tipo? Che cosa nasconde dietro i modi bruschi e l'irritante talento nel mettere a nudo ogni dubbio, debolezza, terrore che abbiano mai attraversato la mente di Lucy? Ma soprattutto, riuscirà Lucy, con o senza il suo aiuto, a ritrovare il coraggio di amare di nuovo?
 Voto:


Questo divertente e rilassante romanzo di Cecelia Ahern racconta di Lucy, che dopo la rottura con il fidanzato inizia a mentire a parenti e amici, trascurando la sua vita... almeno finché la famiglia non firma un contratto per fargliela incontrare!

Come tutti gli altri romanzi della Ahern, anche questo sprizza buon umore e buoni sentimenti da tutte le parti. Se però c'è stata una cosa a non mi convincermi è che l'autrice presenta la faccenda dell'Agenzia della Vita, che appunto fa conoscere la Vita, intensa come una persona fisica alla persona cui appartiene, senza in realtà spiegare come a noi lettori possa essere possibile una cosa del genere. Ovvio: è un romanzo, cosa mi aspetto!? Però l'ho trovato troppo facile da parte dell'autrice, ecco. 

Quello che mi ha divertito tantissimo del libro sono le vicende collegate al gatto di Lucy, Mr. Pan, grazie al quale ci saranno delle scene spassosissime! Già il nome del gatto è tutto un programma: Mr. Pan è riferito a Peter Pan, che Lucy adora; ma quello che è ancora più divertente è che non si sa il vero sesso del gatto: infatti Lucy lo chiama spesso con nomi femminili e il gatto sembra preferirli al nome maschile! :D La storia d'amore è romanticissima e il personaggio maschile, Don (se non vado errato) è divertentissimo! :)

In conclusione, lo consiglio come lettura leggera e divertente, per sognare un po' ad occhi aperti e farsi quattro risate e poi perché... è un libro della Ahern! xD


10 commenti:

  1. Lo vedo sempre alla libreria dell'usato, ma non mi ero mai soffermata bene sulla trama.. penso che lo prenderò, sembra carino ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' carino, se lo trovi a un buon prezzo ti consiglio di portartelo a casa, Rowan! :)

      Elimina
  2. Ma quanto è bello il micio sulla cover? *-*
    Io non ho mai letto nulla dell'autrice, ma non so se inizierò da questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, in effetti ti sconsiglio di iniziare da questo! Se posso darti un parere, ti consiglierei di iniziare con Scrivimi ancora (sì, è quello da cui hanno tratto un film recentemente...). E' il libro, secondo me, meglio riuscito della Ahern. Uno dei miei preferiti da sempre! Molto più bello di Ps. I love you o Grazie dei ricordi o Se tu mi vedessi ora. ;)

      Elimina
  3. Ciao Ila! Della Ahern ho letto Scrivimi Ancora (che mi è piaciuto tanto, devo solo scrivere la recensione eheh :D), e visto che Ps I love you non mi ispira perchè ho il film piantato nel cervello, magari potrei buttarmi su questo some secondo approccio all'autrice ^^ E poi adoro i gattoni, miaaao :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa!!! Concordo assolutamente! Scrivimi ancora è il mio preferito dell'Ahern e penso che sia il suo migliore finora! *w* Invece Ps. I love you non mi è piaciuto granché e il film è qualcosa di orribile!!! >.< Magari ti piacerà come secondo approccio, perché no?? ^^ Anzi, mi viene in mente che visto che fra qualche settimana sarà Natale potresti provare a leggere, sempre della Ahern, Il dono, che è proprio a tema natalizio! :)))

      Elimina
  4. Carinissimo, adoro la Ahern, questo mi era piaciuto tanto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo! La Ahern è un'autrice tanto brava! :)

      Elimina
  5. Ciao :-)
    Ho letto diversi libri della Ahern, è un'autrice che amo perché i suoi romanzi sono sempre pieni di magia e fanno sognare...
    Questo l'ho segnato, grazie :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiaretta! Concordo assolutamente su quello che hai detto! Un'altra autrice che mi viene in mente in quanto a "magia" è Sarah Addison Allen, che trovo brava quanto e a volte più della Ahern! ;)
      Grazie te per essere passata!!! ^^

      Elimina