martedì 6 ottobre 2015

Recensione "Omero, Iliade" di Alessandro Baricco

Buon martedì, lettori! :) La recensione di oggi, scelta ancora da voi, è quella di un libro che mi è piaciuto molto e non vi nascondo che un po' di nostalgia delle medie, quando studiavo l'Iliade... me l'ha fatta tornare! Vi lascio alla recensione. ;)

Titolo: Omero, Iliade
Autore: Alessandro Baricco
Pagine: 163
Anno di pubblicazione: 2013
Editore: Feltrinelli
ISBN: 9788807881435
Prezzo: 7,50 €

Trama: Questo volume nasce da un progetto di rilettura del poema omerico destinato alla scena teatrale. Baricco smonta e rimonta l'Iliade creando ventun monologhi, corrispondenti ad altrettanti personaggi del poema e al personaggio di un aedo che racconta, in chiusura, l'assedio e la caduta di Troia. L'autore "rinuncia" agli dei e punta sulle figure che si muovono sulla terra, sui campi di battaglia, nei palazzi achei, dietro le mura della città assediata. Tema nodale di questa sequenza di monologhi è la guerra, la guerra come desiderio, destino, fascinazione, condanna. Un'operazione teatrale e letteraria insieme, dalla quale emerge un intenso sapore di attualizzazione, riviviscenza, urgenza, anche morale e civile.
Voto:


Dopo Seta, questo è il secondo libro che leggo di Baricco. Il primo mi era piaciuto molto dal poco che ricordo (sono passati un bel po' di anni), per cui quando a Portobello Road mi sono ritrovata davanti questo e altri due suoi libri a prezzi super stracciati (e in condizioni pari al nuovo) non ci ho pensato su più di tanto e li ho comprati.
E ho preso in pochissimo tempo anche la decisione di iniziare questo libro, considerando che ho un debole per tutto quello che ricorda le opere omeriche e il mondo greco.

Dall'introduzione l'autore "avvisa" i lettori che la sua è una rilettura dell'Iliade dal punto di vista degli uomini, quindi gli dei vengono totalmente esclusi per dare maggiore umanità e, se vogliamo, concretezza all'opera e alla storia.
Ora, sono passati anni dall'ultima volta che ho studiato l'Iliade (e la ricordo ancora, insieme alla Divina Commedia, con grande affetto), ma da quel poco che ricordo devo dire che il lavoro svolto da Baricco è ottimo e non posso fare a meno di consigliarvi la lettura, peccato soltanto che il libro finisca - giustamente - dove finisce anche l'Iliade: ovvero alla morte di Ettore e successivamente quando Priamo si reca da Achille per chiederne il corpo. Baricco ha anche aggiunto la "fine", cioè il ritrovamento da parte dei troiani del cavallo che, portato a Troia, ne causerà la disfatta. 

Come sempre leggere qualcosa che parli dell'Iliade è interessante ed emozionante: se prima ero attratta da questo storico capolavoro, quando qualche anno fa uscì il film Troy (che sì, lo so, non è attendibile al 100%, ma sono ancora accecata da Brad Pitt che volete farci?! xD) ne sono ancora più innamorata. Ho amato i personaggi di Ettore e Achille, che pur essendo imperfetti, restano, secondo il mio parere, i protagonisti indiscussi dell'opera omerica.

Chiaramente non posso fare altro che consigliarvi questo libricino, che oltre a essere una bella (ri)lettura e a regalare (beh, diciamolo!) un po' di cultura, ha anche a fine volume una postilla dell'autore molto interessante sulla guerra che porta il lettore a riflettere.
Per cui, se l'Iliade vi affascina da sempre ma avete timore di leggere la versione di Omero, vi consiglio assolutamente questo libro di Baricco che, sono sicura, ve la farà amare.

6 commenti:

  1. Dovrei rileggerlo, è un ottimo lavoro e segue l'Iliade molto fedelmente, canto dopo canto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so perché sto rispondendo con così tanto ritardo, ma...sì, mi trovi proprio d'accordo: è stata proprio una bella lettura e Baricco ha fatto un ottimo lavoro! :)

      Elimina
  2. Baricco è un autore dal quale aspettarsi tante cose ma, allo stesso tempo, non troppe.
    Questo libro lo ho adocchiato da tempo in libreria, ma non mi è ancora venuta la voglia di prenderlo e dargli una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm...beh come scrivevo, di Baricco questo è soltanto il secondo libro che leggo, ma questo libro te lo consiglio proprio se ti piace l'Odissea! :)

      Elimina
  3. E' una vita che lo punto ma poi non mi decido mai. Ora, dopo aver letto la tua recensione, direi che non ho proprio più scuse!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sianna! Sì, non hai proprio più scuse, eh!! xD La prossima volta che vedrai il libro in libreria invitalo a casa!!! xD

      Elimina