giovedì 7 agosto 2014

Recensione "Proibito" di Tabitha Suzuma

Buongiorno lettori! ^^ Oggi vi lascio la recensione di un libro che... lascia senza parole tanto è bello! Infatti la mia recensione sarà più corta del solito. Se avete la possibilità, leggetelo! *-*

Titolo: Proibito
Autore: Tabitha Suzuma
Traduttore: Lorenzo Borgotallo
Pagine: 353
Anno di pubblicazione: 2011
Editore: Mondadori
ISBN: 9788804606314
Prezzo di copertina: € 16,00

Trama: Lochan e Maya sono fratello e sorella. Lui ha 18 anni, è chiuso e solitario; lei ne ha 16, è sensibile e molto più matura di quello che la sua età richiederebbe. La loro ragione di vita, la loro preoccupazione più grande, è prendersi cura dei tre fratellini minori, allo sbando da quando il padre li ha lasciati e la madre si è abbandonata all'alcool. Sempre insieme, sempre vicini, sempre più complici. Un legame che rischia di trasformarsi in un dolce sentimento e una fatale attrazione.
 Voto:


Dopo aver finito questo libro sapete una cosa? Ho avuto un effetto ritardato, piangendo dopo averlo chiuso e dopo che la sua potenza emotiva mi ha travolta.
Seriamente: cosa c'è da dire su questo libro?
Molti di voi storceranno la bocca solo a leggere la trama: fratello e sorella che si amano? Che schifo, è disgustoso! Ma se andassimo oltre alla questione di sangue? Cosa resta? Solo due persone che si amano, come tutte le altre. Non sto trovando una scusa all'amore incestuoso e non è nemmeno questo l'obiettivo dell'autrice: quello che troviamo leggendo questo breve ma intensissimo libro è amore. Solo puro e semplice amore, in una forma che da sempre troviamo disgustosa. Avete presente quando a scuola ci dicevano che gli egizi si sposavano fra consanguinei e che poi c'erano di conseguenza tanti pazzi e tanti problemi nel sangue a causa di questo? Ecco.


Nel retro c'è riportata questa frase: 
"Molti non capiranno il vostro amore per questo libro.
Fino a quando lo leggeranno."
...ed è così. Se siete incuriositi dal libro, dalla storia, dal tema trattato o dal perché la stragrande maggioranza delle persone che l'hanno letto lo ha amato, non dovete fare altro che prenderlo e leggerlo. E capirete sicuramente. 


Lochie e Maya mi hanno letteralmente strappato il cuore: quanto può essere sbagliato, immorale e innaturale amare il proprio fratello o la propria sorella? Eppure è quello che accade ai nostri protagonisti, vittime di una situazione e di una situazione familiare difficile che li fa maturare troppo in fretta per i loro 18 e (quasi) 17 anni e che li fa andare avanti solo grazie all'aiuto reciproco e all'obiettivo comune di mandare avanti la famiglia composta dai fratellini piccoli, che altrimenti sarebbero costretti ad andare in affidamento. Finché non capiscono di essere innamorati, semplicemente come succede al resto delle altre e normalissime coppie.
Il finale è... devastante. In una sola parola. Mi vengono i brividi solo a pensarci.

Spendo solo poche righe per dire che lo stile dell'autrice è perfetto nella sua semplicità: niente fronzoli, niente parolone altisonanti, solo tanta, tanta emozione e passione nella narrazione
Tabitha Suzuma, classe 1975, è prima di tutto un'insegnante (quando in realtà da giovane odiava la scuola!). Nata da madre inglese e padre giapponese, ha già pubblicato qualcosa come 6 libri in patria, mentre qui da noi soltanto 1! ç_ç (Mondadori, muoviti! Cosa aspetti?!?!?) Non vedo l'ora che pubblichino qualcos'altro di suo... al più presto, spero! *-*

Verso la fine della lettura mi è venuta in mente una canzone di qualche anno fa di Katy Perry, che trovo perfetta per questo libro ed è Thinking of you:


E quindi, ormai l'avrete ben capito, ho amato questo libro. Ne ho posticipato la lettura per troppo tempo perché pensavo di non essere pronta, ed effettivamente così è stato: trasmette delle emozioni fortissime e che meriterà una rilettura di qui a qualche anno. 
Perché state sicuri che non appena lo leggerete vi troverete sommersi da un'ondata di emozioni a fortissimo impatto emotivo che saranno difficili da scordare.

8 commenti:

  1. Ce l'ho in Wish List da troppo tempo, devo decidermi a comprarlo! ^^

    RispondiElimina
  2. Aaa ne parlano tutti benissimo!! *-* ho letto solo pareri positivi! ma non mi decido mai a comprarlo perché ho paura che non sia nelle mie corde, non so ç__ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leda! Guarda, non sai quanto a lungo ne ho rimandato la lettura, proprio perché come te avevo paura... invece, nonostante sia un libro doloroso e spiazzante, è scritto così bene e la storia è così bella e intensa che qualsiasi momento, credo, sia quello giusto per leggerlo! ;)

      Elimina
  3. "fratello e sorella che si amano? Che schifo, è disgustoso!" = mi ci ritrovo
    "Molti non capiranno il vostro amore per questo libro. Fino a quando lo leggeranno." = lo voglio ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahhahah xD ...devi leggerlo = ORA :D

      Elimina
  4. Che dire, l'argomento è un pò scabroso e in realtà non avevo intenzione di leggerlo, però la tua recensione mi ha incuriosita...lo prenderò in biblioteca per dargli una occhiata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheheheh sono sicura che anche a te piacerà... ma mai dire mai! :D Un abbraccio! :)

      Elimina