giovedì 2 aprile 2015

Mini recensione di "Dracula" di Bram Stoker

E buon mercoledì a voi! Vi chiedo ancora perdono per essere totalmente scomparsa dal blog, ma fra gli esami e i miei problemi di vista (stare lontana dal pc mi aiuta molto sigh sob ç_ç) ho avuto davvero poco tempo da dedicare al blog. 
A parte questo, ecco la recensione (anzi, mini recensione!) di Dracula, che ho letto in circa 1 mesetto perché nel frattempo continuavo a leggere altri libri in contemporanea. Vi lascio quindi alla recensione in formato mignon e come sempre fatemi sapere se l'avete letto, se pensate di farlo o altro! ^^
Titolo: Dracula
Autore: Bram Stoker
Traduttore: Paola Faini
Pagine: 384
Anno di pubblicazione: 2015 (1897)
Editore: Newton & Compton
ISBN: 9788854172418
Prezzo di copertina: 3,90 €

Trama: Accompagnato da ininterrotta fortuna, riconfermata dal successo del film di Francis Ford Coppola, "Dracula" di Bram Stoker è l'ultimo grande romanzo gotico e al tempo stesso, forse, il più famoso: spettrale, altero, spietato e sottilmente erotico, il pallido Conte (il cui nome è ormai sinonimo di vampiro) appartiene a quei pochi personaggi che entrano a far parte dell'immaginario collettivo, impongono un genere, divengono un simbolo. "Una figura", notava Thomas Wolf, "che costringe a confrontarci con misteri primordiali: la morte, il sangue, l'amore e i loro reciproci legami", cosicché "il risultato cui Stoker perviene è questo: ci fa comprendere attraverso la nostra esperienza, perché si dice che il vampiro sia invisibile allo specchio. Egli c'è, ma noi non lo riconosciamo, dal momento che il nostro stesso viso lo cela". Introduzione di Riccardo Reim.

 Voto:

Dracula è senz'altro uno dei pilastri fondamentali fra i romanzi gotici. Certo, il primo a scrivere di vampiri fu John Polidori, ma l'opera di Stoker è diventata la più famosa e che ha portato alla realizzazione di tantissimi film, saghe e saghe di libri e innumerevoli telefilm.

Il romanzo si apre con Jonathan Harker, giovane avvocato inviato nelle selvagge terre della Transilvania per aiutare il Conte Dracula ad acquistare un'abitazione in Inghilterra. Lì il protagonista si ritroverà in situazioni inspiegabili e terrificanti, al punto da fargli perdere quasi la ragione. 
La seconda parte del romanzo è ambientato in Inghilterra dove, grazie ad uno scambio di lettere, conosciamo Lucy Westenra e Mina Murray.
Dopo questo episodio ci spostiamo in Inghilterra, dove la giovane Lucy Westenra intrattiene uno scambio di lettere con l'amica Mina Murray e viene corteggiata da alcuni pretendenti.
I personaggi di questo romanzo sono tanti e tutti importanti. Fra questi il dottor Van Helsing (famoso per i film che gli hanno intitolato), il dottor John Seward e i coraggiosi amici Quincey e Arthur. 

Se dovessi scegliere il mio personaggio preferito sceglierei probabilmente il dottor Seward: è quello più razionale e lucido in tutta la storia, anche se ho un debole anche per Van Helsing. Purtroppo, però, i suoi monologhi mi hanno spesso sfiancata, soprattutto perché essendo olandese non parla un perfetto inglese e i suoi dialoghi sono trascritti proprio come parlerebbe una persona che non conosce bene la lingua: sbagliando verbi e tempi soltanto per questo l'ho trovato "sfiancante".

Non ho dato 5 stelle per due motivi: il primo è a causa dei monologhi "irregolari" di Van Helsing di cui parlavo prima, il secondo per i discorsi (che questa volta toccano tutti i personaggi) troppo morali. Inoltre, si sente davvero molto che è un libro di fine '800 e da questo punto di vista mi ha ricordato tantissimo Jane Eyre, al quale avevo dato 4 stelle per lo stesso motivo.

In conclusione, però, posso dire che è un gran bel romanzo, che si fa leggere senza problemi (io ci ho messo più del dovuto perché nel frattempo ho accavallato altri libri) e che mi sentirei di consigliare a chi ama i classici, i libri horror e di avventura e a chi, ovviamente, adora i vampiri. Ovviamente qui non troverete quelli luccicanti, tranquilli! xD


Ilaria

14 commenti:

  1. Io l'ho iniziato circa un mesetto fa e lo sto leggendo piano piano in contemporanea con altri libri :3 però ultimamente l'ho messo un po' da parte..mi sono fermata nel punto in cui iniziano le lettere degli altri personaggi e, lo ammetto, stavo iniziando un po' ad annoiarmi ^^". Ad ogni modo ben presto lo continuerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giusy! Sinceramente io non l'ho trovato noioso... magari il fatto che sia totalmente epistolare e sotto forma di diario stufa un po' e anch'io lo stoppavo per fare altre letture...ma è un libro che merita di essere finito, dedicandogli un po' di tempo! :) Buona lettura!!! ^^

      Elimina
  2. sicuramente è un bel classico, pur non essendo io amante del genere l'ho apprezzato!
    i vari film tratti da esso no, sono troppo fifona :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah io ho visto il film con Keanu Reeves anni fa (con mio fratello) e mi ha un po' traumatizzata, quindi capisco benissimo! xD Forse furono le unghie lunghissime e i capelli bianchi dalla forma strana a farmi impressione.. vai a capire!

      Elimina
  3. Uh mamma, per favore, non parliamo di vista.. Che coi miei -8,50 vado a fare compagnia alle talpe in giardino!

    Comunque, 'Dracula' (avevo scritto Fracula.. Cioè....) mi era molto piaciuto. Un approccio davvero particolare al genere e, per essere praticamente il papà dei fantasy-vampiri è davvero ben fatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sull'ultimo punto! E' davvero una bella lettura! :)
      Sulla vista allora facciamo coppia! A me mancano più di 10 gradi in totale!!!! ç____ç

      Ahahahahah Fracula mi piace tantissimo! xD

      Elimina
  4. Io invece ho preferito Van Helsing proprio per la sua parlata non proprio perfetta, invece Seward l'ho trovato troppo freddo nei suoi atteggiamenti. Invece mi sono annoiata soprattutto quando Lucy si ammala, la si poteva benissimo tagliare qualcosina, però nel complesso è una lettura che affascina, quattro stelle anche per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me all'inizio piaceva molto Van Helsing (e mi è piaciuto fino alla fine), ma la sua parlata mi ha proprio sfiancata! :( Rosa, non riesco a trovare la tua recensione di Dracula sul tuo blog!!! >.<

      Elimina
    2. Ah, no cara, non c'è ancora, la pubblicherò martedi dopo Pasquetta ^-^

      Elimina
    3. Aaaaaah ecco perché!!!! xD Grazie per avermelo detto, stavo impazzendo! :*
      Buona serata!!! ❤❤❤

      Elimina
  5. L'avevo letto per la prima volta agli inizi delle superiori e me n'ero subito innamorata, con quello stile particolare, gli interessanti scambi epistolari e il fascino del vecchio Dracula. Anzi, quasi quasi mi è venuta voglia di rileggerlo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheheeheh :D buona idea, Babol! Buona lettura!!! ^^

      Elimina
  6. E' un classico che mi manca, dovrò leggerlo prima o poi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che il suo momento arrivi presto!!! ;)

      Elimina